Chi Siamo|Contatti|Collabora|Pubblicità
Irma Blank

Irma Blank matura in un clima di sperimentazione linguistica tipico della seconda metà degli anni Sessanta. Fin da subito rivolge la propria attenzione, come lei stessa afferma, “verso la scrittura, che spoglia del senso per caricarla di altre valenze. Di un segno autonomo che dà voce al silenzio”. È questa la soluzione tanto radicale quanto personale di Irma Blank: una scrittura non legata al sapere, ma all’essere. In mostra sono rappresentati alcuni cicli della sua vasta produzione: dalle prime Eigenschriften risalenti alla seconda metà degli anni Sessanta, attraverso il mimetismo delle Trascrizioni, la scrittura pittorica dei Radical Writings, il completo astrattismo degli Avant-testo con la loro non-scrittura primordiale, fino alla scrittura babelica dei più recenti Hyper-Text.

Simone Zeri


1|2|3|4|5
Vincenzo Trione spiega il suo "Codice Italia"
visto 1617 volte
27/03/2015
L'Ikea va al museo
visto 3349 volte
20/03/2015
Wouter Vanstiphout:
 A Clockwork Jerusalem: Architecture, Politics, Riots and the belief in a better world
visto 8430 volte
23/02/2015
Quando l'architettura bellica è creativa
visto 12613 volte
28/01/2015
“Eppur si muove” con Luca Vitone, Regina José Galindo, Liudmila&Nelson e Lázaro Saavedra
visto 12165 volte
12/01/2015
FLAVIO FAVELLI, CAMPIONI, PORTOFLUVIALE - Roma
visto 8604 volte
07/01/2015
X Premio Furla
visto 30588 volte
19/11/2014
e inoltre...
1doc / Chiara Bertola, Premio Furla 2011- intervista
28/01/2015
2Ettore Favini - Condividere è connettere a cura di Marcello Smarrelli
05/10/2012
3Bologna Artelibro 2010 / TanoDamico
26/09/2011
4Bologna Artelibro 2010 / PaoloTonini
26/09/2011
5Bologna Artelibro 2010 / Cesare Segre
26/09/2011
ultimi commenti
4giga_art
._.
23/12/2013 19:31
4giga_art
._.
23/12/2013 19:30
rss
come si usa